Applicazioni mobile per blogger e web designer

Applicazioni mobile per blogger e web designer
Freia

Sono molti i web designer, specialmente i professionisti freelance, che gestiscono parallelamente alla loro carriera un blog. Un blog diventa una sorta di portfolio digitale, un altro canale per farsi conoscere, coltivare un piccolo pubblico, trovare collaboratori e, se si è fortunati, futuri clienti.

Anche se tutti potenzialmente possono diventare dei blogger, un blog richiede molto impegno e disciplina, prima di decidere di crearne uno bisogna essere consapevoli che per avere un ritorno di immagine efficace è necessario dedicarci del tempo, quasi ogni giorno, e considerarlo come un altro lavoro. Ma non si fa solo fatica, un blog è lo strumento giusto per condividere i propri progetti personali, senza doversi preoccupare di quello che vuole il cliente, il luogo dove lasciare la propria impronta personale. Poiché il tempo che si può dedicare al proprio blog, lavorando, è limitato ai ritagli di tempo non sempre si ha a disposizione il pc per postare un articolo, controllare i commenti o le statistiche. Ci sono delle app smartphone fatte apposta per prendersi cura del proprio blog senza essere vincolati ad un luogo e senza portarsi dietro il pc, vediamole insieme:

1) Gestire il blog

Per modificare degli articoli, crearne di nuovi, rispondere ai commenti e caricare delle immagini, si possono utilizzare le applicazioni della piattaforma che ospita il proprio blog: l’app di WordPress, l’app di Blogger e l’app di Tumblr.

Con l’app di WordPress è possibile compiere quasi tutte le operazioni che mette a disposizione la piattaforma in modo semplice e veloce. Non è possibile intervenire sul codice html, ma se si utilizza l’applicazione per scrivere e pubblicare articoli, caricare immagini, fotografie e video, leggere e rispondere a commenti, funziona davvero bene.

Wordpress app

Se il proprio blog è collegato ad un account google l’app da utilizzare è Blogger, perfetta per caricare articoli e condividere immagini.

Blogger

L’applicazione di Tumblr ripropone le funzioni del social network. Oltre ad aggiornare il proprio blog è possibile ri-bloggare articoli interessanti e immagini emozionanti e aggiungerli tra i preferiti. Inoltre, Tumblr, anche in versione mobile, è un ottimo mezzo per cercare e trovare l’ispirazione.

Tumblr

Tutte e tre le applicazioni sono gratuite e disponibili per dispositivi Android e iPhone.

2) Le immagini

Le immagini sono importanti tanto quanto il testo, anzi a volte sono le immagini che catturano l’attenzione del lettore. Per questo la cura delle immagini del proprio blog è fondamentale. Con gli smartphone è possibile fare alcuni piccole modifiche alle fotografie, ma se si vuole agire maggiormente sulle immagini e personalizzarle ci sono delle applicazioni che si possono scaricare. Ad esempio con Touch Retouch Free, un’applicazione per Android, è semplice eliminare delle porzioni dell’immagine che stonano o deviano l’attenzione, senza che la rimozione sia visibile.

Con AfterFocus, sempre per Android, invece, è possibile evidenziare degli oggetti in un’immagine e farli risaltare, è molto utile per evidenziare il contenuto di un post. Infine con Photolettering, per iPhone, è possibile personalizzare le immagini aggiungendo un testo, con font tutti da scoprire, magari riprendendo il titolo del post.

3) Note e appunti

Per prendere note e appunti ovunque ci si trovi c’è il nuovo nato in casa Google: Google Keep. Si hanno a disposizione una serie di post-it virtuali colorati da riempire con immagini, scrivendo o a voce. Gli appunti sono visualizzati a più colonne o a colonna singola per avere una visione globale delle note o più dettagliata. Annotare idee per il proprio blog, scattare fotografie e salvarle con l’intento di utilizzare per un proprio post in futuro diventa uno scherzo. I diversi colori che si possono assegnare alle note rendono semplice identificare quella che si sta cercando e tutte sono salvate nel formato di Google Drive. Si tratta di un’applicazione molto semplice e, forse, per questo efficace.

Google Keep

4) Ritrovare la concentrazione

Quando ci si dovrebbe concentrare sul prossimo post e riempire la pagina bianca che ci si trova di fronte può capitare di non riuscire   a mettere qualcosa per iscritto, anche se si hanno tanti pensieri che frullano per la testa, e invece di sforzarsi di essere produttivi si è attratti da tutte le app del proprio smartphone, dalle mail e da Facebook. Anche lo smartphone può distrarre, in questi casi ci si può affidare a Writer per Android. Si tratta di un’applicazione che consente di concentrarsi solo sulla scrittura, il layout è ridotto al minimo per evitare distrazioni e l’unica cosa che permette di fare è scrivere, rivedere i propri post e modificarli. Eventualmente è possibile abbinare all’app Writer la tastiera intelligente Swiftkey Keyboard, è consigliabile però provare prima la versione gratuita (Swiftkey Keyboard Free) e se ci si trova bene acquistarla in seguito. Esiste anche un’applicazione simile per iPhone, si chiama iAWriter e costa 0,99 Euro.

Tumblr

5) L’andamento

Indispensabile per ogni blogger è poi controllare in modo approfondito l’andamento della propria creatura. L’applicazione da scaricare è Google Analytics che ripropone tutte le informazioni disponibili sul pc per il proprio profilo.

E poi ovviamente non bisogna dimenticare di condividere i propri post, per questo ci sono le app di Linkedin, Facebook e Twitter, ma non hanno bisogno di presentazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

jquery-verificare-se-una-checkbox-e-selezionata-checked
Up Next:

jQuery - Verificare se una checkbox è selezionata (checked) oppure no

jQuery - Verificare se una checkbox è selezionata (checked) oppure no